Ґ ی
 
 

 

ی Ȑیی ی ی ی ( ی ی ) ǘی ی ی ی ی ѐ Ȑیی ی ی ی ی ی ی ޡ ی ی Ϙ ی ی ی یی ی ی   ی Ȑیی ی ی ی ϡ ی Ȑی ی ی .

ی

 

 

ی  ی Ϙ

  Ԑ ی ی

 

ی ی ییی ی ی ی ݡ ی ی ی Ԙی ی Ȑیی ی Ȑیی ǐ ی Ȑیی ی ی ی ǘی ǘی ی ی ی ی ی ی ی ی ʘی ی ی .

 

Ԙ ی ی ʐ ی ی یی ی یی یی ی ی ی ی э ʐ ی ǘی یی ی . ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی

**********

ییی :   ی ی Ȑی ϡ ی ѡ ی   ی Ȑیی ی ی ѐ ی ی Ȑیی

 

Ϙ : ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ʡ یی یی یی ی یی یی ی ϡ ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی Ԑی یی ی ی ( ѐی ی ی ) ی ( ѐی ی ) ی یی ی یی ʐ ی ی ی ی ی یی ѐی ی ی Ԑ ی ی یی ی ی ی ی Ȑی ی ی ی ی ی ی یی Ȑیی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی Ȑیی ی ی ی Ș . ی ی ی ی ی ی ی ی Ԑ ی ی ی ی ی Ϙ ی یی ی ی ی ی ی э ی ی ییی ی ی ی ݡ ی ی ی Ԙی ی Ȑیی ی Ȑیی ǐ ی Ȑیی ی ی ی ǘی ǘی ی ی ی ی ی ی ی ی ʘی ی ی .

 

ییی :   Ԙ ی ی ی ی ی ی ی ی ی ǐ ی یی ی ی ѐ "ی  ی ی ѐ" ی ی ی ی ی . ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی

 

Ϙ : ییϡ ی ی ی ی یی یی ی ی сیی ی ی ی ʐی یی ی ی ی ییی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ʐ ی ی یی یی Ȑی . ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی Ԙی ی ی ی Ϙ ی Ԙ یϐی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی Șϡ ی ی ی ی . ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی Ș ی ی ی ی ی Ԙ ی ی ی ی ی ی ݡ ی ی یی ی ی یی ی یی ϡ ی ϐی . ی ی ی ی یی ی ی ی ѐ ی Ԑی ی ѐی Ԑی یی ی ی ی ی ی ѐ Ϻ ی ی ی ی ی ی ی یی ј Ԙی . ǘ ی ی ی ی ی ی ی Ԙ ی ی یی یی ی Ԑی ی ی ی Ԙی ی ی ی ی یی ی ی یی ی ی ѐی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی Ȑی . یی Ԑ ی ʐیی ی ی ی ی ˜ی ی ی ی یԐ ی ی ی ی ی ی ی ی ی ϡ ی ی ϐی ی . ی ی ی ی ی ی ی ј ی ی ی ی ی ی . ی Ȑی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ϡ ی ی ی ی Ԙی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی . ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ǘی ی ј ی ی ی ی ی ی сیی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی   ی یی ی ی ی ی ی ی ی ǘی ی .

 

ییی :   ͘ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی . ی ی ی ی یی یی ی ی ی ݘ

 

Ϙ : ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ѡ ی ی یی ی ی ی ی یی ی یی ی ی ی ی Ș یی ی ی ی ی   ی ی ی ǐی ی یی ی јی ی ی ی ی . ی ی ʐ ͘ ی ی ی ی ی ی یی یی ی ی ی ی ی Ԙی ی ѐ ی ی Ș ی ی یی ی ی ی یی ی ی ی Ș . ی ǘی ی ییی ی ی ی ʐی ی ی ی ی Ș ی Ȑیϡ یی یی ی ی ی 捘ی ی ǘی ی ی . ی ی ی ی ی ی ی ی ی Ӂ ی ی ی Ԙیی ǐ ی ی ی ی ی ϡ یی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ǘ ʡ ی ی Ә ی ј ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ѐی ی ی 捘ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ϡ ی   ی ی ی ϡ ǐی ی ی ی Ȑ ی   ی ی . ǘ ی . یی ی ی ی ی ϡ ی ی ی ژ ی ی . ی ژ ی ی ی ی ی ی ی . ی ی ی ǐ ی یی ی ی ی ی ی ی ی . ǘ ی "" ی ی Ԙ ی ی یی ʘی ی ی ی . ی ی ǐ ی ی Ȑیی ی 1700 ی ی یی ی یǍ ی . ی ی ی ͘ ی ی ی ی ی یی یی ی ی یϡ ی ی ѐی ی ی ی ی Ȑی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ǘی ی ی ی ییی ی ی ی ی ј ی ǘ  ی ی ی ی ی یی ی ϡ ی ی ǘ ی ی ی ی ی .

 

ییی :   ی ی ی ی ی ی ی ی . ی ی ѐ ی یی یی ی . ی ی یی ی ی ی ی ی یی

Ϙ : ݘ ی ی ی ی . ʐی ی ی ی ی ی ϡ ی ی ی ی ی ی ȁϡ ی ی ی ی ی ی ǐ ی ی ی ی ی Ϙی ی јی ی یی ی ی ی ј ی ی یی ی ی ی ʘیی ی Ԙی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی Ș ی ی ی ی ی ی ییی ی یی Ȑی . ی ی ی ی ی ޡ ǘ ی یی ی ی ی ی ʁ ی ی ی ی ϡ ی ی ی ϡ ی یی ی Ȑی ی ی ѐ ی ی ی Ȑ ی ی э ی ی ی ی Ȑی . ی یی ی ی ی Ԙ ی ی ی ی یی ی یی . ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ϡ ی ی ی ی ی ی ی ی یی یی ی ј یی ی ی ی . ی ی ی ی ی یی ی ʐ ی ییی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ͘ ی ی یی ی ی ی ی ی ی ϡ یϡ یی ی ی ϡ ی ی ی ی ی ی ی یӘ ی ی ی . ی ی ی ϡ ی ی ی ی ی ی ͘ ی ی ی ی ی ی ی ی Ȑ ی ی Ȑ ی ی ی ی ی ی ی ی ی Ș ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ј Șی ی ی یی ی ی ʡ ی ی ی Șی ی ی ی Ș Ȑیی ی یی ی ی یی ی ی Ә ی یی ی ی ی . ی ی یی ی ј ی ی ی с ی ǐ ی ی ی یی ی ی ǘ ی ی یی ی ی ی ی ی ی یی ی ی یی ی ی . ی ی ͘ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی . ی ی ی ی ی ی ی . ی ی ی ی ی ی ی یی ی ݡ ی ی ی یǘ

ی ی ی ی ی ی Ș یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ʐی ی ی ی ی . ی ی ǐ ی ی ی Ȑی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی .

 

ییی :  یی یی   ی ی ی ی ی ی . ی ی ی ی ی ѐی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ݘ ی

 

Ϙ : ی . ی ی یی ی ی یی ی . ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ʐ ی ی یی ی ی ی ی ی ی ѐی ی ی ی ی ی ی ی ی Ș ی ی ی ϡ ی یی ی . ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی . ی ی ی ی ی ی ی یی ی یی ی ی . ی ی ی ی ǡ ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی . ی یی ی ی 捘 ҡ یی ی ی ی ی ی ی ی ѐ с ی ی . ی Ԙ ی ی ʐ ی ی یی ی یی یی ی ی ی ی э ʐ ی ǘی یی ی . ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ʡ ی یی ی Ș ژ Ș Ȑ ی یی ی ی ی ی یی ی ی ی ȁی ی یی ی ی یی ی ی ǐ ی یی ی ی  ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی ی یی ی ی ی ی ی .

ییی: ӁӐ